Psicoterapia

Psicoterapia

Dr. Michele Battuello

Medico Chirurgo
Specialista in Medicina dello Sport
Specialista in Psicoterapia
Dottore di Ricerca in Psichiatria: Psicosi-Interventi Precoci.
Docente ADE, Corso di Laurea in Infermieristica, ASL RM3, Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università di Roma.

Il modello psicoterapeutico proposto è di psicoterapia individuale o combinata individuale/gruppo secondo una specifica e definita progressione del lavoro psicoterapeutico.

L’approccio utilizzato si avvale della ricerca del Potenziale Umano (Battuello&Errico, 2015) inteso come le parti valide dell’individuo che non sono andate distrutte o frammentate nel processo evolutivo e che rappresentano le tracce degli elementi fisiologici fondamentali per il lavoro psicologico.
Fisiologia e patologia emergono all’interno della relazione terapeutica e nei sogni del paziente così che, l’interpretazione di entrambi, della relazione e dei sogni, è lo strumento principale del percorso psicoterapeutico.
La psicoterapia individuale si concentra sulla gestione e l’elaborazione degli aspetti profondi e privati della persona, muovendosi tra la storia e gli eventi di vita importanti e affrontando le dinamiche, i pensieri e i vissuti alla base della sofferenza e dei sintomi.

Nel caso in cui si sia concordato, in base a una condivisione reciproca psicoterapeuta/paziente il lavoro combinato individuale/gruppo, il passaggio al gruppo avviene quando iniziano il miglioramento della sintomatologia e la progressiva uscita dalle dinamiche patologiche individuali così come dall’autoriferimento: l’inizio di una parziale autonomia della persona permettere di estendere l’interpretazione psicoterapeutica agli aspetti socio-culturali.

Nel lavoro di gruppo gli elementi clinici del singolo, le dinamiche gruppali, le dinamiche delle relazioni personali riferite dai pazienti e le interpretazioni dei sogni, sono sempre più ridefinite e concettualizzate dallo psicoterapeuta come dialettiche col sociale.
L’autonomia del paziente emerge attraverso la sua forma e attività nel gruppo, i sogni, la relazione con lo psicoterapeuta e il livello di responsabilità raggiunto nelle relazioni.
La psicoterapia continua quindi nel gruppo fino alla sua conclusione quando le relazioni personali e sociali non determinano cedimenti del funzionamento di base, le sofferenze e le difficoltà non provocano crisi in termini patologici, le esigenze elaborative dei vissuti sono affrontabili spontaneamente e i sogni portano immagini di separazione definitiva e di autonomia relazionale.

All’interno del Gruppo Strategico Esperienziale mi occupo di Formazione di Gruppo in Psicoterapia. Sono sempre stato appassionato di gruppi, fin dalle esperienze di medico sportivo e ancora di più nella mia formazione specialistica e di dottorato. Ho condotto gruppi di psicoterapia per pazienti Hiv presso il Dipartimento di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera (A.O.) Sant’Andrea di Roma, Università Sapienza, Facoltà di Medicina e Psicologia e ho collaborato presso il Centro per la Prevenzione del Suicidio della stessa A.O.
Ho portato la prima esperienza in Italia di un gruppo esperienziale per l’elaborazione delle emozioni per gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica, ASL Rm3 Ostia, sempre per la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza, all’interno del quale lo psicoterapeuta è motore attivo di cambiamento per cui il gruppo non solo è uno spazio di condivisione delle emozioni ma anche di cura.
Questa esperienza pioneristica ha aperto la riflessione sulla necessità di lavori di gruppo inclusi in tutti i programmi didattici delle professioni sanitarie e mi occupo di proporre il modello strategico esperienziale per gli operatori delle tante e diverse discipline che sono a contatto con i pazienti/clienti.
All’interno di un insegnamento di Conduzione di Gruppo nella Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ho iniziato a scrivere la teoria che seguiva all’esperienza che vivevo anno dopo anno con in diversi gruppi. Ho così iniziato a fidelizzare alcune studentesse a un progetto di Formazione Esperienziale di Gruppo in Psicoterapia che si è ampliata con progetti di Ricerca fino alla fondazione del Gruppo Strategico Esperienziale.

Per informazioni chiama allo 06/92592723 o scrivi a m.battuello@psicoterapia.it

Riferimenti Bibliografici

Battuello M. and Errico G. “The Human Potential” in: ‘Response to The Personal, the Relational, the Group and the Social in a Globalized World — a Perspective through Working with Dreams by Gila Ofer, December 2014’. Group Analysis 2015;48(3): 382-8.

Mariantonietta Milelli

Psicologo clinico
Specialista in Psicoterapia per l’individuo, la coppia e la famiglia
Psicodiagnosta dell’adulto e dell’età evolutiva
Esperta in modelli di prevenzione, intervento e cura per i “Survivors of Suicide”
Collaboratrice del Servizio per la Prevenzione del Suicidio U.O.C. Psichiatria, A.O. Sant’Andrea, Roma (www.prevenireilsuicidio.it)
Cultrice della materia per la cattedra di Psichiatria e Psicopatologia generale – Facoltà di Medicina e Chirurgia – Università degli Studi “La Sapienza”.

La Dr.ssa Milelli pur non svolgendo più attività clinica presso lo Studio dal 2019, è rimasta come figura di riferimento e consulenza esterna per le attività di Formazione e Ricerca.