Categoria: articoli

Psicoterapia Combinata Individuale/Gruppo 5

Il Paradosso del Benessere Durante la fase centrale del lavoro psicoterapeutico e oltre, all’avvicinarsi della fine del percorso stesso, pertanto in prevalenza nel processo gruppale, mi capita non di rado di affrontare difficoltà strettamente correlate ai miglioramenti dei pazienti che in alcuni casi portano alla conclusione prematura della psicoterapia. Tecnicamente si potrebbero considerare dei drop-out […]

continua a leggere

Psicoterapia Combinata Individuale/Gruppo 4

Il lavoro di Gruppo Durante la Psicoterapia Individuale il paziente riacquisisce autonomia nel senso di un’identità distinta e separata da quella degli altri, che non deve ricorrere a manovre difensive come l’identificazione o la fusione per potersi affermare e stare al mondo. La ridefinizione di sé è il presupposto fondamentale della nostra natura di stare […]

continua a leggere

Psicoterapia combinata Individuale/Gruppo 3

Il Processo di Separazione dello Psicoterapeuta Il processo di Separazione coinvolge ugualmente paziente e psicoterapeuta. Talvolta accade che sia lo psicoterapeuta ad avere difficoltà di separazione dal paziente tra una seduta e l’altra: le conseguenze possono avere delle implicazioni importanti per l’esito dell’alleanza terapeutica. Uno degli aspetti della questione che desta sempre curiosità e domande […]

continua a leggere

Psicoterapia combinata individuale/gruppo 2

Il processo di Separazione Intorno al primo anno di vita, ma la definizione del periodo è solo una semplificazione descrittiva poiché ogni processo è soggettivo in termini di tempo, inizia una fase di svezzamento/separazione, rappresentata essenzialmente, dal rendersi conto da parte del bambino che esiste un mondo fuori dalle braccia dell’adulto, cui può far riferimento, […]

continua a leggere

Psicoterapia combinata individuale/gruppo 1

Aspetti della Psicoterapia Individuale. La psicoterapia individuale contiene come obiettivo la rielaborazione del primo anno di vita, come ritrovamento degli affetti di base. Il rapporto duale propone analogie con il rapporto con l’adulto significativo ed è la parte più delicata del lavoro perché coinvolge dinamiche inconsce precoci, che equivalgono a vissuti dal bambino nel momento […]

continua a leggere

Sugli incontri di valutazione e la libertà di scelta

Prima ancora del contratto psicoterapeutico esiste la valutazione: gli incontri servono a una ricerca delle reali possibilità del paziente di intraprendere una psicoterapia. È la fase a mia esperienza più complessa perché non serve a fare diagnosi nel senso categoriale nosografico ma è rivolta all’attivazione rapida delle risorse del paziente stesso e quando mi riferisco […]

continua a leggere

L’Identificazione Strutturante

Nella maggior parte dei casi affrontati in psicoterapia, l’identificazione è avvenuta in maniera parziale lasciando spazio a finestre di vissuti validi che nel complesso hanno potuto costruire le basi per un’identità adulta in grado di realizzare obiettivi anche se, come detto, mediante compromessi affettivi dovuti a meccanismi di difesa e dinamiche compensatorie. È possibile ritrovare, […]

continua a leggere

Il Potenziale Umano. Sintesi

Il Potenziale Umano rappresenta la fisiologia umana che include caratteristiche specie specifiche: la prima e più importante è che al momento della nascita gli esseri umani sono completamente sani. Pertanto ogni bambino dalla nascita investe il suo Potenziale Umano nei rapporti con il mondo esterno, principalmente con i genitori e proprio perché stiamo parlando di […]

continua a leggere

Il Potenziale Umano. Introduzione

Il concetto di Potenziale Umano nasce dalla sintesi del contenuto onirico e relazionale dei pazienti durante le sedute di psicoterapia. Nel fitto intrico dei sogni che – talvolta in maniera potente e disarmante, altre volte in forme più celate e complesse – rappresentano la psicopatologia, così come negli innumerevoli vissuti, manifestazioni verbali e non, sintomi […]

continua a leggere

Sull’Identificazione

Le speculazioni sull’identificazione in campo psicoterapeutico sono storicamente innumerevoli e raggruppano una serie di posizioni volte a considerarla un processo fisiologico per lo sviluppo psicofisico del bambino in particolare come dinamica di base per la costruzione dell’identità. Il mio intento è di raccontare come invece l’internalizzazione dell’immagine del genitore riscontrabile nei sogni del paziente/adulto a […]

continua a leggere